"PER VEDERTI DAVVERO", di Laura Vegliamore

 - Tratto dal romanzo "Di cenere e di carne" -

 

 

- Thomas?

 

La voce di Anouk si insinuò dolcemente tra il sonno e la veglia. Thomas si accorse di sorridere ancora prima di aprire gli occhi. L'oscurità lo colpi', ma  senza spaventarlo.

 

Lentamente i contorni del corpo di Anouk si facevano nitidi nella penombra. Si alzò a sedere, e si accorse di morire di freddo.

 

-  Quanto abbiamo dormito? - chiese ad Anouk, seduta accanto a lui.

- Non più di qualche ora, - gli rispose in un sussurro – è notte fonda.

 

Thomas si rivestì in fretta, tra i brividi di freddo; nonostante avessero usato le loro giacche come coperte era congelato.

 

- Lo sogni tutte le notti?

 

Anouk era ancora seduta per terra, il mento sopra le ginocchia. La sua figura sembrava apparire sempre più nitida ai suoi occhi che si abituavano al buio.

 

-  Quasi tutte.

-  Da quando sei bambino?

-  Si.

 

Chiuse la zip della felpa e infilò le mani infreddolite nelle tasche. Anouk sembrava distante. Non si mosse. Thomas si sedette di nuovo al suo fianco.

 

- E stanotte? Thomas non dovette pensarci.

- No. Stanotte no. Ho dormito.

Anouk tacque.

 

-E tu? - le chiese Thomas, mentre un brivido di freddo gli attraversava la schiena.

- Io ti ho stretto la mano.

- Per paura che sognassi?

- Per paura che scomparissi davanti ai miei occhi.

 

Thomas si strinse più vicino a lei, fin quando le loro spalle non si sfiorarono.

- E nel buio pensavo solo al giorno che sarebbe arrivato, e a lei, che ci avrebbe scoperti se non mi fossi svegliata in tempo.

Thomas aprì la bocca per rispondere, ma si accorse di non sapere che dire.

 

- Tra i secondi che mi piovevano addosso mentre dormivi, ce n'era sempre qualcuno in cui riuscivo a vederti davvero. Durava il tempo del tuo respiro, poi se ne andava.

 

Anouk si voltò verso di lui all'improvviso, e dolcemente gli prese il volto con entrambe le mani.

 

- Se ti stringo senza guardarti lo so che sei tu.

 

Thomas rimase senza fiato. Nel buio cercò le braccia di lei, e le strinse. Anouk premette le labbra sulla sua guancia destra;

 

Scrivi commento

Commenti: 0